Seleziona una pagina

Oggi per #LaMappaDelLunedì abbiamo usato i dati dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e abbiamo creato la mappa dei terremoti italiani dall’anno 1000 ai giorni nostri.

In queste ore noi di Nordai ci sentiamo, come tutti gli italiani, vicini alle popolazioni colpite da questo sisma. Persone che hanno perso la casa e vivono ore di paura e di incertezza.

Per testimoniare la nostra vicinanza abbiamo pensato creare una mappa a partire daI Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani 2015 (CPTI15), consultabile liberamente dal sito dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che ha richiesto anni di lavoro. Entro il 2016 è prevista anche la realizzazione di servizi di interoperabilità che faciliteranno ulteriormente la consultazione e integrazione dei dati.

In attesa dei web service abbiamo provato a mettere su mappa i dati che forniscono dati parametrici omogenei, sia macrosismici, sia strumentali, relativi ai terremoti con intensità massima ≥ 5 o magnitudo ≥ 4.0 d’interesse per l’Italia nella finestra temporale 1000-2014.

Attribuzione dei dati

Rovida A., Locati M., Camassi R., Lolli B., Gasperini P. (eds), 2016. CPTI15, the 2015 version of the Parametric Catalogue of Italian Earthquakes. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. doi: http://doi.org/10.6092/INGV.IT-CPTI15

 
Licenza
CPTI15 viene rilasciato con una licenza
Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International
CC BY-NC-SA 4.0
https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Fonte: CPTI15-DBMI15

   

Condizioni per riprodurre la mappa

La mappa e i dati sono rilasciati con licenza CC BY SA
La mappa (sia nella versione pubblicata in questa pagina che nel navigatore full screen) può essere ripubbicata su carta o internet o in altro modo utilizzata, in tutto o in parte, anche senza il preventivo consenso di Nordai Srl, a condizione che sia citata la fonte attraverso la seguente dicitura, impressa in caratteri ben visibili: Realizzato da Nordai Srl sulla piattaforma GeoNue (oppure in inglese: Made with GeoNue By Nordai Srl) seguito dall'indirizzo web del nostro sito e dal nostro account twitter. Ove i materiali, dati o informazioni siano utilizzati in forma digitale, la citazione della fonte dovrà - oltre a contenere i riferimenti sopra indicati agli autori originari dei dati - essere effettuata in modo da consentire un collegamento ipertestuale (link) alla pagina https://www.geonue.com/la-mappa-dei-terremoti-italiani-da-anno-1000-ad-oggi In ogni caso, dell’avvenuta riproduzione, in forma analogica o digitale, dei materiali tratti da www.geonue.com dovrà essere data tempestiva comunicazione al seguente indirizzo (info@geonue.com), allegando, laddove possibile, copia elettronica dell’articolo in cui i materiali sono stati riprodotti ovvero il link alla pagina internet su cui sono stati ri-pubblicati.

Licenza Creative Commons